Questo sito utilizza alcuni cookie per migliorare la navigazione e comprendere le modalità di utilizzo del sito.
Clicca su "Leggi di più" per maggiori informazioni.

 

 

U P O N   R E F L E C T I O N

 

Mostra fotografica a cura di Pierluigi Vannozzi. Testo critico di Daniele Barbieri

 

Donata Cucchi, Lara Giurdanella, Davide Manti,

Lodovico Pignatti Morano, Chiara Tebaldi, Pierluigi Vannozzi

 

Inaugurazione giovedì 22 giugno 2017 alle ore 18

Galleria B4, Via Vinazzetti 4/b (zona universitaria), Bologna.

Fino a giovedì 27 luglio, mar-ven, 17-20, oppure su appuntamento, ingresso libero, catalogo in galleria.

 

“Dal fondo remoto del corridoio, lo specchio ci osservava. Scoprimmo (a notte alta questa scoperta è inevitabile) che gli specchi hanno qualcosa di mostruoso. A quel punto Bioy Casares ricordò che uno degli eresiarchi di Uqbar aveva dichiarato che gli specchi e la copula sono abominevoli, perché moltiplicano il numero degli uomini.” Così scriveva Jorge Luis Borges in un racconto intitolato “Tlön, Uqbar, Orbis Tertius” nella raccolta Finzioni. E poco più sotto: “Lui (Bioy Casares) aveva ricordato: Copulation and mirrors are abominable. Il testo dell’Enciclopedia diceva: Per uno di questi gnostici, l’universo visibile era un’illusione o (più precisamente) un sofisma. Gli specchi e la paternità sono abominevoli (mirrors and fatherhood are hateful) perché lo moltiplicano e lo divulgano”. La stessa Enciclopedia di cui stanno parlando è tuttavia un’illusione, e tutto la vicenda raccontata si presenta un po’ come la ricerca della figura reale all’interno di un labirinto di specchi.                    Daniele Barbieri                                                                                                              

 

Galleria B4 - Via Vinazzetti 4/b Bologna - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA 04286570371 CF. PGNLVC58T01E289V - Note legali - privacy - crediti:www.creativecrew.it