Questo sito utilizza alcuni cookie per migliorare la navigazione e comprendere le modalità di utilizzo del sito.
Clicca su "Leggi di più" per maggiori informazioni.

DE HUMANA ANIMA[LI]

opere di Silla Guerrini

con la partecipazione di Guy Lydster

 a cura di Antonella Gasparato

Inaugurazione giovedì 23 giugno 2016 alle ore 18.00.

La mostra rimarrà aperta fino al venerdì 22 luglio

dal martedì al venerdì dalle 17 alle 20, oppure su appuntamento.

Mercoledì 6 luglio 2016 ore 20

Serata in omaggio a Giorgio Celli

con Cristina Monti

‘NORA A DUE VOCI’

di Giorgio Celli

Come in una conversazione sul filo del pennello, le opere in cui Silla Guerrini ha ritratto degli animali sono il fermo immagine di un dialogo intimo: uno scambio di sguardi, di sentire e di esperienze, che conducono a potenziali decifrazioni, quindi alle sue trasfigurazioni artistiche. Non solo gli animali da compagnia - che vivificano un rapporto affettivo ‘umano-animale’, dove la relazione trascende ruoli e categorie, per diventare sic et simpliciter di mutua felicità - ma anche quegli animali (selvaggi) che più raramente attraversano la nostra quotidianità, eppure rappresentano grumi di senso potenti del nostro immaginario. Dal cane che per tanti anni è stato compagno di strada e vita, all’elefante immenso e irraggiungibile, al cervo libero e impaurito, la carpa, il maiale… Quanto di umano vogliamo e possiamo vedere e riconoscere in queste creature? 

Ferrarese di nascita (classe ‘67) ma oramai bolognese d‘adozione, Silla Guerrini si è formata all‘Accademia di Belle Arti di Bologna negli anni Novanta, laureandosi con il maestro Luciano De Vita. Da allora si è sempre occupata professionalmente di arti visive, a diverso titolo e abbracciandone le più disparate declinazioni e modularità. Dal 2004 ha realizzato numerose esposizioni personali, preferendo sempre location piuttosto ibride e crossmediali. 

Psychedelic pork, 100 x 150, olio su tela, 2015.

 


 

 

N I C O L A  D E  N I G R I S

L ' U L T I M O  C O L O R E

Inaugurazione sabato 28 novembre 2015 alle ore 18

Galleria B4, Via Vinazzetti 4/b (zona universitaria), Bologna.

La mostra rimarrà aperta fino a mercoledì 13 gennaio 2016

dalle 17 alle 20, dal martedì al sabato, oppure su appuntamento.


La pittura di Nicola de Nigris, nato a Bologna nel 1962, obbedisce a impulsi emozionali profondi sovrapponendo,

come strati geologici, colore su colore, materia su materia, con una tecnica simile a quella dell’informale astratto.

Dipinge con le mani, con il corpo, esasperando, tecnica mista nel vero senso del termine,

come a riversare su di essa quell’eccesso di vita che ha dentro di sé.

Un artista che la cui indole inquieta non s’arresta di fronte alla necessità di trovare simboli

sempre consoni ad una rappresentazione immaginifica dei più segreti misteri riposti nel suo inconscio.

 

“The wall”, tecnica mista su tela, 178 x 115, 2014.


 

 

 

 

 

Alessandra Alma Masi

VOLTI OLTRE

 

Inaugurazione sabato 24 ottobre 2015 ore 18

Galleria B4, via Vinazzetti 4/b   Bologna

La mostra rimarrà aperta fino a mercoledì 25 novembre

dalle 17 alle 20, dal martedì al sabato o su appuntamento

 

Alessandra Alma Masi nasce a Bologna nel 1970. Fin da bambina è attratta dai volti della gente e ne traccia le fisionomie a matita.

Una grande passione per il cinema la vede coinvolta per oltre vent’anni tra pubblicità, televisione e videoclip, ma la sua forte propensione verso l’arte e i volti la spingono a prendere mano al pennello.

Negli ultimi otto anni realizza, volutamente da autodidatta, numerosi ritratti a olio su tela e carta da pacchi cercando in quei volti ciò che da uno sguardo superficiale non emerge.

Il segno, la pasta, la densità del colore costruiscono impulsivamente i tratti spingendosi oltre.

“Volti oltre” porta l’osservatore oltre la fisionomia, dentro i piccoli particolari, verso uno sguardo libero da barriere di forma.

 

“ Liz ” 75 x 100 olio su carta da pacchi

 

 

 

 

 

 

 

T E R R A   F A T A L E

 Sculture e dipinti di Francesco Roviello

a cura di  Roberto Cresti

Inaugurazione sabato 12 settembre 2015 alle ore 18.00

La mostra rimarrà aperta fino a venerdì 16 ottobre,

dal martedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, oppure su appuntamento.

Sabato 10 ottobre dalle 17 alle 20 XI giornata del contemporaneo,

intervento musicale a cura di Natalia Bracci e Daniele Negrini,

repertorio per due violini.

Le opere di Francesco Roviello (nato a Casagiove, in provincia di Caserta nel 1956) sembrano allinearsi lungo una strada che procede, a rovescio, dal nostro tempo verso un passato remotissimo, ma ancora a noi familiare. Le stele, i cippi, i volti, i corpi di personaggi arcaici – sia modellati che dipinti – fanno parte d’una memoria che pare provenire dai più remoti anfratti dell’Italia antica, in specie da quella che Salvatore M. Puglisi battezzò, oltre cinquant’anni fa, La civiltà appenninica (1959), mostrando un sentimento della forma intimamente e permanentemente dedito a rimeditare i primordi espressivi dello spirito umano.

 

 

LO SCHIACCIA ALICE NEL PAESE DELLE MERANOCI

 Incisioni della sezione di grafica del Liceo Artistico F. Arcangeli
A cura di Laura Bisotti e Paola Sapori.

Inaugurazione giovedì 25 guigno 2015 alle ore 18.00

fino al mercoledì 22 luglio dalle 17 alle 20 dal matedì al venerdì.

STAMPE DELLA CLASSE 5°H

Alice nel paese delle meraviglie

Veronica Agnelli, Marcello Bazzani, Giulia Borghi, Hedi Boudguiga, Saverio Canu, Arianna Correale, Angelo Faggioli, Carlotta Forni, Giorgia Grazia,

Daniele Hosseini, Stefano Magnani, Chiara Mastrogiacomo, Eleonora Pavesi, Leonardo Renzi, Danjon Rimondi, Flavia Socciarelli, Vafa Yassemin.

STAMPE DELLA CLASSE 5°I

                      Lo schaccianoci                          

Giulia Biacchessi, Edoardo Boniello, Stefano Boselli, Elisabetta Cuppini, Martina Frascaroli, Irene Galletti, Alberto Lelli, Cassandra Masserini, Carlotta Mazza, Dabora Mazza,

Joseph Mercado,Marco Parisi, Cesare Rinaldi, Rachele Romagnoli, Alessia Sgarzi, Chiara Sgrignoli, Hanna Shvarts, Jacopo Socini, Fabio Tolomelli, Enrico  Zucchini. 


THE WHITE RIDERS  di  GUY LYDSTER

A cura di PATTI CAMPANI

 

                                                                                                                                                                                      ph. Paolo Quartapelle

 Inaugurazione venerdì 22 maggio 2015 alle ore 18

fino al martedì 23 giugno dalle 17 alle 20 dal martedì al sabato.

White rider, 72x25 h70cm. creta raku, 2014.

 

Sono sempre stato  affascinato dai monumenti equestri. .. dalla forza con la quale l’insieme di uomo e animale avanza e conquista lo spazio del vissuto. Indubbiamente la posizione decisa del cavaliere sopra la possente bellezza del cavallo poteva, per alcuni, rappresentare la pienezza  del potere: dello stato, del controllo sulla natura e sulla mente  umana.  Un tale potere rivela anche la precarietà del potere stesso. Una simile visione monumentale della società è, a mio avviso, una rappresentazione inadatta a descrivere il movimento dei  nostri tempi. La mia ricerca su questo genere di scultura pubblica mi ha condotto verso la metafora di rinascita tra l’essere umano e il toro. L’uomo e l’animale che si muovono precariamente in avanti, insieme, creando, in tal modo, un arco vitale  tra il passato e il presente.

Guy Lydster

 

MARIO LAMMA

fotografie

Inaugurazione sabato 18 aprile 2015 alle ore 18.00

La mostra rimarrà aperta fino a mercoledì 20 maggio dalle 17 alle 20 dal martedì al sabato,

oppure su appuntamento

 

Mario Lamma nasce a Bologna nel 1963. Negli anni 80 frequenta il Circolo Fotografico Bolognese,

dove si appassiona alla fotografia in bianco e nero e alle possibilità interpretative della camera oscura.

Inizia cosi il suo percorso artistico, che segue fedelmente e con rigore. Fotografo stanziale e solitario,

ma di grande talento e sensibilità. 

 

“Senza titolo”, 24x30, stampa ai sali d’argento su carta baritata, 2013

DAVIDE CONTI

ALLEGORIE DEL CONTEMPORANEO

Storie e gesti dal mito alla realtà

 

a cura di ILARIA ROSSI

 

 
Inaugurazione sabato 28 febbraio 2015 alle ore 18.00

fino al 16 aprile dalle 17.00 alle 20.00 dal martedì al sabato

 

Le opere di Davide Conti sono vere e proprie allegorie contemporanee in cui, grazie a  una tecnica e una ricerca compositiva eleganti e attentamente calibrate,

unitamente a conoscenze e fonti differenziate che vanno dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al cinema, dalla letteratura alla semiotica,

fino alla cultura shibari, l'uomo può ritrovare la sua vera sostanza.

"Passione", stampa fine-art su carta Canson, 100x120 cm, 2014

di LODOVICO PIGNATTI MORANO

Inaugurazione sabato 17 gennaio 2015 alle ore 18

La mostra rimarrà aperta fino a giovedì 26 febbraio 2015,

dal martedì al sabato dalle 17 alle 20, oppure su appuntamento. Ingresso libero.

Catalogo in galleria.

 

senza titolo No. 29, 70x100cm., stampa Lambda su alluminio, 2014

 

Galleria B4 - Via Vinazzetti 4/b Bologna - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA 04286570371 CF. PGNLVC58T01E289V - Note legali - privacy - crediti:www.creativecrew.it