Questo sito utilizza alcuni cookie per migliorare la navigazione e comprendere le modalità di utilizzo del sito.
Clicca su "Leggi di più" per maggiori informazioni.

 

DETRITI DI BANALITA’ QUOTIDIANA

Fotografie di

Marco Cavazza, Laura Frasca, Lodovico Pignatti Morano,

 Stefano Questorio, Tatiana "ttnpl" Polo .

Inizio mostra, sabato 6 giugno 2020 alle ore 17.

GALLERIA B4, Via Vinazzetti 4/b, (zona universitaria), Bologna.

Fino a venerdì 31 luglio 2020 mar – ven, 17-20, ingresso libero,

oppure su appuntamento, Lodovico Pignatti 333-2223810

Mostra visitabile nel rispetto delle norme anti Covid 19.

 

L’apparizione della banalità è spesso utile nella vita perché serve a rallentare delle corde troppo tese e fa ritornare in sé chi si era abbandonato a sentimenti troppo fiduciosi. 

Ivan Turgenev, Padri e figli, 1862.


 

ATTILIO  MELFI

UKUADRO 2

Inaugurazione sabato 23 novembre 2019 alle ore 18.

Galleria B4, Via Vinazzetti 4/b, (zona universitaria) Bologna.

Fino a sabato 18 gennaio 2020, mar-sab, 17-20,

ingresso libero, oppure su appuntamento.

Testo critico di Xabier Gonzalez Muro e Francesca Presti.

 

Come solo le fotografie sanno fare, queste opere richiamano una nostalgia antica. L’espressione di un’arte crepuscolare venuta al mondo come pensiero mentre è già sulla tela. Colore o non colore, tratto nitido o linea sfumata.

Immagini liquide come gli ambienti in cui sono immerse, come le vite senza volto riflesse nei grigi notturni degli asfalti liquefatti. Città nascoste dalle ombre inanimate, contrasti di giorni limpidi e solitari, di sere piovose.

Non v’è generosità, né alcunché di sereno ma solo la vanità dei toni cupi e delle ombre scure di essere meglio ricordati per contrasto. 

Un sogno che per manifestarsi deve scendere a compromessi con la realtà.        Francesca Presti

 

Le chianche d’ottobre, 120 x 100, olio su tela, 2019.

 

FUTURA 1996

Inaugurazione sabato 26 ottobre alle ore 18.

Fin al sabato 16 novembre, mar-sab, 17.00 - 20.00, oppure su appuntamento, ingresso libero.

 

Futura1996 nasce a Bologna nel 2018.L’artista realizza una serie di opere che spaziano dalla pittura alla fotografia,

declinata nelle tecniche di stampa su alluminio e light box. Futura 1996 è un concetto che fa arte.

Talvolta prende spunto da un elemento concreto e lo trasporta in un mondo fantastico; altre volte parte da un’idea o da un sogno e lo trasforma in realtà.

Ma Futura non è solo arte: è design, è stile, è un progetto d’amore che prende vita e dà forma alla bellezza perché tutti la possano ammirare.

 

Senza titolo, light box, 60x60, 2018.


 

 

 

INTERLACE 178 SHOW

19 - 9 - 19

FABIO BELLETTI,  DAVIDE MANTI,  PIERLUIGI VANNOZZI.

Inaugurazione giovedì 19 settembre alle ore 19.

Fino a sabato 19 ottobre, mar-sab, 17-20, ingresso libero, oppure su appuntamento.

INTERLACE 178 SHOW scaturisce in piena era LCD dall'idea che [...] il televisuale [diventi] la materia prima d'arte che i tre artisti, Fabio Belletti, Davide Manti e Pierluigi Vannozzi, hanno rielaborato, rielaborano tutt'ora (come work in progress da seguire sui social: vedi #interlace178 o #tvframes) e rielaboreranno in futuro in forme di cui questa mostra rappresenta un primo punto di partenza.

L'interlacciamento [...] era il sistema di scansione di immagini video che prevedeva la divisione del frame tv in linee orizzontali, dette semiquadri, suddivise in linee pari e dispari. Questa tecnica permetteva all'occhio umano di percepire una qualità di visualizzazione migliore. Come sappiamo, i moderni televisori sfruttano altre tecnologie ma a verifica dell'optimum raggiunto fino allora, alcuni monitor LCD possono emulare l'interlacciamento inserendo delle righe nere nel segnale (!) per avere un'idea del risultato finale che si avrà/aveva sul tubo catodico dove tutto precipita in un gorgo per essere poi nuovamente sparato nei nostri salotti.                                                                                                     Davide Manti

 

 

EXTENSA - ARTURO MONETTI

a cura di Angelo Russo

Inaugurazione venerdì 14 giugno 2019 alle ore 18.00

GALLERIA B4, Via Vinazzetti 4/b (zona universitaria), Bologna.

La mostra rimarrà aperta fino a venerdì 26 luglio 2019.

Dal martedì al venerdì, 17-20, oppure su appuntamento, ingresso libero.

 

Extensa è lo sviluppo del concetto di realtà materiale sull’inanimato spaziale e  inconsapevole; è la contrapposizione tra consapevole e inconsapevole, tra l’anima e la materia, tra lo spirito e il corpo, tra il pensiero libero, inesteso, volontario, immateriale e indeterminato contro il corpo meccanico, esteso, necessario, materiale e determinato.

È la cosa puramente spaziale che diventa il possibile oggetto di conoscenza da parte del soggetto pensante e consapevole di sé.

Extensa vuole tracciare una mappa del pensiero sotterraneo, del fondale che pensa direttamente con la materia con cui instaura un dialogo attivo e continuo; è il sentire umano, le sue sensazioni, a metterlo in contatto con l’ambiente.

Midolla,(particolare), 90x50, tecnica mista, 2019.

Arturo Monetti, nato a Milano nel 1993, laureato in Arti Visive con una tesi in Semiotica dell’arte. Agli esordi della sua pratica artistica ha deciso di incentrare la propria ricerca sulla materia e sulle diverse forme che può assumere in relazione alla sua inclinazione plastica.

Angelo Russo, nato a Lecce nel 1992, laureato in Arti Visive con una tesi in Fenomenologia dell’Arte Contemporanea. Sente la critica d’arte come uno stretto rapporto fatto di idee, dialoghi, teorie e applicazioni pratiche del discorso dell’arte.

Galleria B4 - Via Vinazzetti 4/b Bologna - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

P.IVA 04286570371 CF. PGNLVC58T01E289V - Note legali - privacy - crediti:www.creativecrew.it